Comitato
Regionale
Lombardo


chiudi

 

     
  News Plesiosauro
     
     
 
01/12/2017
PALLANUOTO
LA LOMBARDIA NEL PROGETTO PILOTA FIN UNDER 15
FOCUS SUI GIOVANI LOMBARDI DI INTERESSE NAZIONALE
  Anche la Lombardia è ufficialmente entrata nel progetto-pilota varato dalla Federazione italiana nuoto, per il monitoraggio degli atleti di pallanuoto under 15 di interesse nazionale.

L’obiettivo è quello di permettere al settore tecnico nazionale di pallanuoto di seguire la crescita tecnico-tattica degli atleti under 15: fino alla scorsa stagione, le regioni interessate erano Campania, Lazio, Liguria e Sicilia, alle quali si è aggiunta, a partire dalla stagione agonistica 2017/2018, anche la Lombardia.
Il progetto prevede che gli atleti ritenuti di interesse nazionale siano invitati a partecipare a sedute di allenamento comuni della durata di circa due ore, che si ripeteranno con cadenza settimanale fino al mese di maggio del 2018.

Gli allenamenti degli atleti lombardi, su indicazione del commissario tecnico del ‘Settebello’ Alessandro Campagna, saranno condotti da Dario Bertazzoli, tecnico dell’An Brescia.
“Si tratta di un progetto-pilota estremamente importante - ha detto Bertazzoli, che ha ricevuto da Campagna anche l’incarico di coordinatore della categoria under 15 per Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia – perché consentirà di monitorare con continuità le eccellenze del settore giovanile, in modo da non solo seguire ma anche supportare la crescita tecnico-tattica degli atleti”.

Il primo raduno si è già svolto mercoledì scorso, alla piscina ‘Lamarmora’ di Brescia e un secondo appuntamento è previsto, sempre nella città della Leonessa, per mercoledì prossimo, 29 novembre
“In seguito - ha spiegato ancora Bertazzoli, che da atleta vanta un palmares di tutto rispetto, con più di sessanta presenze in Nazionale, due Coppe dei Campioni e quattro Scudetti vinti - si svolgerà un doppio raduno sotto la guida diretta, oltre che mia, di Nando Pesci e Massimo Tafuro, che sono i tecnici della Nazionale di categoria”.

Nel futuro, sempre su indicazione del settore tecnico nazionale, potranno essere invitati ai raduni anche atleti di altre fasce d’età e i responsabili tecnici delle squadre nazionali, assolute e giovanili, potranno essere presenti ad alcuni raduni.

Grande soddisfazione per l’inclusione della Lombardia in questo progetto- pilota è stata espressa da Roberto Bocchi, consigliere del Comitato regionale lombardo con delega alla pallanuoto: “Si tratta di un riconoscimento - ha detto Bocchi - dell’ottimo lavoro svolto dalle società lombarde a livello giovanile: entrare in un progetto-pilota di questa importanza è senza dubbio una grande soddisfazione per tutto il movimento della pallanuoto lombarda. Questo riconoscimento è la conferma che i buoni risultati ottenuti al ‘Trofeo delle Regioni’ dalla nostra rappresentativa sono il segnale di un’effettiva crescita di tutto il settore giovanile lombardo”.