Comitato
Regionale
Lombardo


chiudi

 

     
  News Plesiosauro
     
     
 
14/06/2017
SALVAMENTO
L’IN SPORT RANE ROSSE CAMPIONE D’ITALIA
LA SOCIETA' LOMBARDA VINCE LO SCUDETTO 2017
  Al termine di 5 intense giornate di gare (le prime 4 dedicate alle prove in mare) ai Campionati italiani di nuoto per salvamento, disputatisi dal 7 all’11 giugno a Riccione, la ‘In Sport Rane Rosse’ si è laureata Campione d’Italia, aggiudicandosi lo scudetto 2017.

La società lombarda ha totalizzato 493 punti, battendo le Fiamme Oro Roma (seconda, 379,50 punti) e la Rari Nantes Torino (terza, 238,25 punti).

Il 7 e 8 Giugno si è cominciato con le gare oceaniche dei Campionati Nazionali di Categoria: 579 atleti in rappresentanza di oltre 50 Società. Quattro prove in calendario: sprint sulla spiaggia, frangente, tavola e bandierine sulla spiaggia, che hanno visto i 26 giovani atleti della ‘In Sport rane Rosse’ dare battaglia e sfrecciare tra sabbia e acqua. Tante finali conquistate e altrettanta esperienza acquisita ma, soprattutto, risultati molto importanti: nel femminile Scarabottolo (Esordienti) è terza nella gara a bandierine e Vestri (Juniores) è seconda nella gara sprint 90 metri; nel maschile Fontana (Cadetti) è medaglia d’oro sempre nella sprint 90 metri mentre Mazza (Cadetti) è bronzo nella gara con la tavola.

Il 9 e 10 Giugno hanno preso avvio gli Assoluti di gare oceaniche: al via 251 atleti di 33 Società.
Si parte con la surf ski race femminile e due buoni piazzamenti: sesta Bastianini e decima Cappelletti. Nelle staffette, Mozzanica, Marzella, Weiders e Rousseau sono argento nel torpedo e bronzo nello sprint. Sempre Mozzanica è terza individuale nelle bandierine.
Ancora meglio il settore maschile che all’inizio fa “en plein”: cinque successi su cinque gare. Bergna ed Ertel si contendono la vittoria nelle bandierine e fanno doppietta: primo e secondo. Nello sprint Ertel la fa da padrone mentre Sanna domina la ocean. A queste si aggiungono le vittorie nella staffetta sprint con Ertel, Wieck, Colorato e Fontana (due ex azzurrini) e nella staffetta ocean con Sanna, Lentini, Revelli e Colorato. Dopo una piccola pausa arrivano ancora successi e medaglie: doppietta nella gara del frangente con Sanna e Lentini, doppietta nella canoa con Polesello e Andreoli, oro nella staffetta torpedo.

Giornata conclusiva l’11 Giugno allo Stadio del Nuoto: in vasca 274 atleti di 36 Società.
Sul fronte maschile, due medaglie d’oro con la staffetta 4x50 ostacoli (Sanna, Ertel, Wieck e Sala) e con la staffetta 4x25 manichino (Wieck, Ertel, Lentini e Sanna). Nel lancio della corda vince la coppia formata Wieck e Lentini. Nelle gare individuali, due primi posti (percorso misto e trasporto manichino) ed un terzo (manichino pinne torpedo) per Wieck, un terzo posto per Sanna (trasporto manichino) così come per Ertel (percorso misto).
Sul fronte femminile, dalle staffette arrivano due medaglie: argento nella 4x50 ostacoli (Dalola, Esposito, Rousseau e Weiders) e oro nella 4x25 manichino (Dalola, Rousseau, Marzella e Williams). Williams vince nel percorso misto e nel manichino (con un fantastico 34"79). Titolo per Marzella (prima delle azzurre) con il secondo posto nella gara. Il torpedo viene vinto dalla Weiders (59”58), mentre la Cappelletti seconda (e prima delle azzurre) migliora il record mondiale ed europeo youth (59''92). La diciottenne di Segrate toglie sette centesimi al vecchio limite che proprio lei stabilì ai Mondiali Giovanili di Eindhoven il 22 Settembre 2016. Nei 200 super lifesaver argento per la Rousseau.
Le staffette miste chiudono in bellezza: oro per Elena Esposito, Magali Roussseau, Valeria Cappelletti e Justine Weiders e argento per Kevin Lehr, Alessandro Fontana, Mattia Lentini e Danny Wieck.